skip to Main Content

Ogni giorno, la qualità è la preghiera laica che accompagna il “mondo della ristorazione”. I pasti sono somministrati con cura e attenzione al dettaglio.

La qualità non è solo un prodotto ma è la garanzia di un processo.

Il cuoco prepara quotidianamente menù gustosi, appetitosi e soprattutto dedicati anche alle esigenze più particolari (es. intolleranze alimentari, menu dietetici, osservanze religiose, etc.).

Il menù sia invernale che estivo, è concordato con  il dietista, le coordinatricei didattiche e la commissione mensa. Si riunisce periodicamente.

La commissione mensa è cosi costituita:

SCUOLA INFANZIA

 

SCUOLA PRIMARIA        

 

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

 

I componenti della commissione, devono essere in possesso di regolare certificato medico che presenteranno a richiesta del personale addetto.

Compiti della commissione mensa:

 

Compiti della commissione:

La commissione mensa potrà effettuare i controlli in qualsiasi momento, senza preavviso, presso la scuola (sala mensa e centro cottura).

La commissione non dovrà muovere alcun rilievo al personale alle dipendenze dell’impresa.

La commissione compilerà la scheda di controllo e segnalerà per iscritto qualsiasi inconveniente che consegnerà alla direttrice o alla referente da lei delegata.

Le segnalazione verranno inoltrate all’impresa che prenderà gli opportuni provvedimento.

La direttrice e/o la referente delegata potrà promuovere riunioni tra la commissione e l’impresa per il miglioramento del servizio di refezione scolastica 

Progetto Educazione Alimentare

Un’alimentazione equilibrata e corretta, ma anche gradevole ed accettabile, costituisce per tutti un presupposto essenziale per il mantenimento di un buono stato di salute e, in età evolutiva, per una crescita ottimale. A scuola, una corretta alimentazione ha il compito di educare il bambino  all’ apprendimento di abitudini e comportamenti alimentari salutari, imparando a stare a tavola, a mangiare ciò che hanno nel piatto senza sprechi e ad apprezzare sapori nuovi a volte inconsueti. L’alimentazione del bambino deve essere quindi considerata in un contesto più ampio, quale quello dell’ambiente, inteso non solo in senso fisico, ma anche socio-culturale e psicologico.

 

Nella progettazione del menù la nostra azienda ottempera alle esigenze di metabolismo, di crescita e di prevenzione per favorire il raggiungimento progressivo degli obiettivi di qualità totale del pasto e soddisfazione dell’utenza, incoraggiando l’assaggio e la progressiva accettazione dei diversi alimenti. L’attenzione alle porzioni, in educazione alimentare, ha un’importanza crescente per la possibile correlazione del peso corporeo con la dimensione media delle porzioni piuttosto che con le scelte qualitative dei cibi effettuate dai bambini.

 

 

Le grammature aziendali utilizzate,diversificate per fascia d’età, rispettano le Linee di Indirizzo Nazionale del Ministero della Salute per la Ristorazione Scolastica e sono state elaborate sulla base dei LARN.

Back To Top