Il Buongiorno Salesiano

 

"Maestro dove abiti?"

Proposta Pastorale 2016-2017

Il titolo scelto, «Maestro, dove abiti?», è evocativo del desiderio profondo, dell’appassionata ricerca e del bisogno vitale che vogliamo suscitare in ogni ragazzo/a, giovane e persona a cui si rivolge la proposta pastorale.

Il sottotitolo, adottando un linguaggio “social” quasi a voler provocare e facilitare la memorizzazione.     

non è la stessa cosa aver conosciuto Gesù o non conoscerlo,

non è la stessa cosa camminare con Lui o camminare a tentoni,

non è la stessa cosa poterlo ascoltare o ignorare la sua Parola,

non è la stessa cosa poterlo contemplare, adorare, riposare in Lui, o non poterlo fare.

Non è la stessa cosa cercare di costruire il mondo con il suo Vangelo piuttosto che farlo unicamente con la propria ragione.

 

Dal Vangelo di Giovanni (1, 35-39):

Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l'agnello di Dio!». E i due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, vedendo che lo seguivano, disse: «Che cercate?». Gli risposero: «Rabbì (che significa maestro), dove abiti?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove abitava e quel giorno si fermarono presso di lui; erano circa le quattro del pomeriggio.

 Un anno dedicato a riscoprire e rinnovare la gioia dell’incontro personale con Gesù nella vita quotidiana, perchè "con o senza Te #nonèlastessacosa"

Gli obiettivi dell’anno precisano e danno concretezza e specificazione alla finalità, che rimane l’orizzonte più ampio a cui essi rimandano e in cui si inseriscono:

  1. Suscitare e/o rinnovare il desiderio dell’incontro con il Signore Gesù
  2. Riscoprire la capacità di stupirsi, di attendere, di vegliare e di contemplare.
  3. Fare l’esperienza dell’essere amati e chiamati
  4. Purificare il proprio cuore e sperimentare la gioia del convertirsi all’Amore
  5. Lasciarsi appassionare dall’incontro con il Signore Risorto e manifestarne la gioia.
  6. Come Maria, educarsi ed educare al gusto dell’interiorità
 

Il Buongiorno...il serpentello malato è tornato.......ma..

Oggetti: 1 - 2 di 34
1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>